Cosa sono i core web vitals e come aiutano la SEO

Recentemente Google ha annunciato l’introduzione di una serie di parametri che valutano la UX (User Experience) di un sito web e che diventeranno presto, a tutti gli effetti, fattori di ranking. È dunque fondamentale conoscere perfettamente questi strumenti e preparare il proprio sito web per sfruttare al meglio le nuove potenzialità di Google.

Cosa sono i web vitals? LCP, FID e CLS

I web vitals sono la grande novità in ottica SEO di Google: si tratta di parametri standard atti a valutare la qualità dell’esperienza di un utente su un sito web. Il colosso di Mountain View ha infatti deciso di porre sempre più attenzione alla UX e di tenerla fortemente in considerazione per la valutazione di un sito internet. In particolare, sono tre gli aspetti più importanti fissati da Google e che vengono chiamati appunto “core”:

  • LCP (Largest Contentful Paint): il primo parametro è la valutazione del tempo di caricamento dell’elemento più grande e impegnativo della schermata visibile dall’utente. Per garantire un’esperienza utente ottimale questo fattore non dovrebbe superare i 2,5 secondi: sopra questo tempo il sito necessita sicuramente di un miglioramento;
  • FID (First Input Delay): il secondo parametro registra invece il tempo che intercorre tra la prima interazione dell’utente con il sito e l’effettiva risposta da parte di quest’ultimo. Per esempio, viene calcolato il tempo che passa tra il click su un link e l’apertura del collegamento. In questo caso, il tempo ottimale secondo Google è di al massimo 100 millisecondi;
  • CLS (Cumulative Layout Shift): infine, l’ultimo core web vitals considerato da Google è l’eventuale spostamento di elementi visibili all’interno della pagina o cambiamenti improvvisi di layout che si manifestano dopo il caricamento della pagina stessa. Per esempio, questo accade quando il sito deve ridimensionarsi in maniera repentina, causando un notevole fastidio all’utente.

Seo e web vitals: come si aiutano a vicenda?

Una volta chiariti i tre core web vitals incentivati da Google, occorre capire come questi parametri influenzano la SEO. L’esperienza dell’utente è diventato un fattore sempre più importante nella fruizione di un sito web: nonostante il contenuto rimanga il re, Google ha mostrato come l’attenzione all’utente verrà premiata anche in termini di posizionamento SEO.

Ovviamente, assieme agli web vitals,Google terrà ancora conto dei soliti parametri atti a migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente quali la capacità del sito di adattarsi alla fruizione da dispositivi mobili e il protocollo HTTPS. Nonostante le informazioni contenute nel sito rimangono ancora il fattore di posizionamento SEO più importante, dunque, la UX è un parametro sempre più decisivo per la creazione del ranking di Google.

Hai bisogno di un aiuto con la Seo? Restiamo in contatto

Se hai deciso di ottimizzare la tua piattaforma online per migliorare il posizionamento e aumentare il traffico sul tuo sito web, curare i nuovissimi web vitals lanciati da Google è fondamentale. Per farlo occorre affidarsi ai professionisti del settore come Smart Web SEO, agenzia SEO a Milano particolarmente apprezzata in tutto il Paese: grazie al nostro team di esperti sappiamo guidare la tua attività in uno sviluppo digitale totale, migliorando il ranking del tuo sito web attraverso le migliori strategie SEO.